Statistiche
 
 
RICHIEDI APPUNTI:
nome:
mail:
materia:
numero argomento :

 
 
Tutorial: come incidere un circuito stampato
Aggiornato il: 13Settembre03
 
In un'altra pagina di questo sito è stato spiegato come costruire un bromografo al costo delle sole lampade u.v. Adesso si tratta di incidere il circuito stampato; bisogna disporre del seguente materiale:
1) una piastra di rame (in alternativa una piastra con pellicola di fotoresist già applicata *)
2) una bomboletta di fotoresist spray*
3) dei fogli lucidi per proiezioni di stampe  
4) una stampante a getto d'inchiostro (in alternativa dei trasferibili per circuiti stampati *)
5) della soda caustica  
6) del cloruro ferrico *  
7) Un pennarello per circuiti stampati * (opzionale)
A questo punto procedete coi seguenti passi:
0) Se disponete di una basetta con fotoresist già applicato potete passare al passo successivo. Pulite la piastra di rame con del detersivo per lavatrice (oppure ,dato che ormai l'avete comprata,, con una soluzione di acqua e soda caustica in bassa concentrazione), fino a rimuovere ogni traccia di grasso. Spruzzate il fotoresist sulla piastra fino ad ottenere uno strato uniforme e lasciatela asciugare per 24 ore lontano dalla luce (con un forno a 70 gradi è possibile ridurre i tempi fino a 15 minuti).
1) Stampate il pcb del vostro circuito su due fogli lucidi e incollateli con una punta di attack in modo che piste e fori siano perfettamente coincidenti. La sovrapposizione è necessaria perché la luce filtri meno possibile; nelle proprietà di stampa settata la qualità massima, per utilizzare una maggiore quantità di inchiostro: se usate una laser o una fotocopiatrice potrebbe essere necessario sovrapporre fino a 3 lucidi. Se invece avete i trasferibili è più che sufficiente un solo foglio (che fra l'altro potrebbe anche essere in cellophane, dato che non avete la necessità di stamparci sopra)
3) Controllate che la piastra di rame sia perfettamente asciutta e che lo strato di fotoresist sia uniforme. Appoggiate il master sulla basetta e fissatelo con del nastro adesivo trasparente. Procedete all'esposizione ai raggi u.v.: i tempi del vostro bromografo dovete ricavarli per tentativi (al mio servono 3 minuti esatti)
4) Sviluppate la piastra esposta immergendola nella soluzione di acqua e soda caustica (7grammi per 1 litro di soluzione) fino a che non vedete il fotoresist sensiblizzato sciogliersi e lasciare quello non esposto col profilo delle piste. In acqua tiepida lo sviluppo + più veloce ma c'è il rischio di vedersi sciogliere anche qualche pista    
5) Se lo sviluppo non è perfetto si può evitare di ripetere tutto da capo con un taglierino (o qualsiasi oggetto dalla punta affilata) e un pennarello per circuiti stampati (si trova nei negozi di componentistica e può sostituire il fotoresist nei circuiti grossolani): asportate il fotoresist in eccesso raschiandolo col taglierino e ricomponete le piste interrotte col pennarello.    
6) Preparate la soluzione di acqua e cloruro ferrico (le proporzioni sono indicate nella confezione: io ne ho 250gr in granuli che bastano per un litro di acqua) e immergete la piastra finché il rame non è completamente asportato. Anche in questo caso la velocità del processo aumenta con la temperatura della soluzione.    
7) Asportate con dell'acetone il fotoresist rimasto sulle piste (alcuni suggeriscono di lasciarlo per prevenire l'ossidazione del rame, ma non posso confermare di persona)    
 

3:02 PM

accessi da 04/03:

utenti connessi